Saretta e Andrea

Nella ricerca del mio abito da sposa avevo due problemi. Il primo era l’abito stesso: avevo infatti un’idea molto precisa di quello che volevo e i modelli visti indosso ad altre spose, sui cataloghi di abiti da sposa e negli atelier raramente mi soddisfacevano. Avevo poi un altro problema, non meno complicato: non volevo assolutamente spendere oltre una certa cifra che avevo fissato come mio budget comprensivo di accessori e modifiche sartoriali.

Appena arrivata da Io Sposa, ho trovato subito ciò che cercavo. Mi sposavo il 31 dicembre e certo non è facile trovare abiti già pronti adatti alla stagione invernale, ma con la signora Angela abbiamo lavorato di fantasia su un modello che ho scelto tra quelli che mi ha fatto trovare (e che era radicalmente diverso dal risultato finale) e insieme abbiamo cercato la soluzione più adatta per una scelta così insolita e per il clima un po’ rigido. Abbiamo cambiato la scollatura, messo le maniche, stretto la gonna, aggiunto i bottoncini…

Il risultato è stato splendido e davvero unico: esattamente l’abito che desideravo e che invano avevo cercato nei vari atelier che ho girato – a Bologna e non solo – prima di approdare da Io Sposa. Un abito elegante e in tessuto pregiato (interamente in seta a cui abbiamo aggiunto un velo ricamato a mano con pizzo macramè) che ci siamo divertite a personalizzare con ogni dettaglio che potesse renderlo ancora più prezioso. Il tutto senza sorprese, cioè senza andare oltre al budget previsto già la prima volta che ho incontrato la signora Angela.

Spero che nelle foto l’abito si veda abbastanza perché per la serata particolare (31 dicembre), per l’atmosfera, i luoghi e la mia personalità è stata una scelta azzeccatissima, di grande eleganza e che è piaciuta a tutti gli invitati. Anche lo sposo – che mi ha confessato di aver temuto in questi mesi che non gli piacesse – è rimasto folgorato!

Scegliere e preparare l’abito insieme ad Angela non è stato solo la realizzazione dei miei desideri, ma anche un’esperienza divertente ed appassionante, vissuta in un clima davvero familiare. Grazie Io Sposa!

Ps. Ovviamente ha piovuto mentre entravo in chiesa, già per le foto il lungo velo era completamente zuppo e a fine serata avevo lo strascico che sembrava la maschera di arlecchino, con tutti i coriandoli spiaccicati sulla seta… Ma quando l’abito è cucito apposta per te e tu lo senti davvero tuo, tutto quello che gli succede fa parte della festa! Lo conserverò così… vissuto!

La parte più divertente? Allacciare tutti i  34 bottoncini… che hanno fatto disperare le mie sorelle e divertire moltissimo il fotografo (www.andreascarfo.com)! L’abito dello sposo è della Sartoria rossi di Bologna, sempre trovato grazie a Io Sposa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...